Natale è alle porte e dopo due anni di tentativi, mi sento finalmente in grado di pubblicare la ricetta del Pandoro classico e delizioso che ho imparato a fare, grazie alla mia amica e mentore Clara Varriale del blog “Sciuè sciuè”.

Il primo anno Clara mi ha seguito passo, passo con un video tutorial sui singoli passaggi: risultato soddisfacente.

Il secondo anno sono partita da sola, ma a metà ho chiesto aiuto e anche quella volta, con il suo prezioso aiuto, il risultato è stato davvero buono!!!

Quest’anno mi voglio superare …

comincio ai primi di dicembre e ne faccio uno di “prova”, così da prenderci la mano… e sì perché non è proprio una cosa semplice da fare, però dà tanta soddisfazione e poiché io amo burro e lievitati: questo è uno dei miei dolci preferiti!

Voglio provare anche a fare qualche piccola modifica alla ricetta di Clara che potrete leggere qui, profumando il burro con arancia, limone e vaniglia (suggerimento della mitica Chiara Carelli).

Dunque partiamo dagli ingredienti e seguiamo il procedimento fedelmente, così da cercare di ottenere un pandoro classico profumato e delizioso!

Print Recipe
Pandoro classico e delizioso
Piatto dolce
Cucina Natale
Tempo di preparazione 30 min
Tempo di cottura 40 min
Tempo Passivo 10 ore in tutto
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Polish: ore 17.00
Biga: ore 19.00
Impasto: ore 20.00
Piatto dolce
Cucina Natale
Tempo di preparazione 30 min
Tempo di cottura 40 min
Tempo Passivo 10 ore in tutto
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Polish: ore 17.00
Biga: ore 19.00
Impasto: ore 20.00
Istruzioni
  1. Preparare il poolish sciogliendo il lievito nell’acqua e aggiungendo la farina. Mescolare benissimo con la coda di un cucchiaio e lasciare in un contenitore alto e stretto. Lasciare chiuso e a temperatura ambiente fino a quando inizia ad alzarsi, poi spostarlo in frigorifero. Tirarlo fuori dal frigo un’ora prima di impastare. L'altezza totale sarà tre volte quella iniziale.
  2. Preparare la biga sciogliendo il lievito nell’acqua e impastare con la farina fino a formare una palla liscia e morbida. Chiudere la palla in un po’ di pellicola alimentare infarinata, stringendo bene e senza far entrare aria.
  3. Preparare l’impasto usando la frusta K. Inserire nella planetaria le farine e aggiungere il poolish, la biga, l’acqua, lo zucchero, la vaniglia ed i tuorli. Impastare a media velocità. Sciogliere il cioccolato in poca panna, aggiungere l’altra panna e inserire la panna nell’impasto poco per volta.
  4. Quando l’impasto sarà incordato, sostituire la frusta K con il gancio e aggiungere poco per volta il burro. Quando l’impasto sarà nuovamente incordato, aggiungere il sale e poi la pasta di arancia.
  5. Appena l’impasto sarà incordato, spegnere l’impastatrice e asciugarlo facendo delle pieghe nella ciotola stessa. Spostare l’impasto in una ciotola capiente coperta e lasciare lievitare a temperatura ambiente fino a farlo quadruplicare.
  6. Spostare poi l’impasto in frigo fino al mattino successivo. Tirare fuori, far acclimatare, rovesciare su un piano l’impasto e pirlare. Mettere l’impasto nello stampo imburrato benissimo e mettere a lievitare in una busta per alimenti chiusa oppure in forno chiuso ad una temperatura non superiore ai 26°.
  7. Quando l'impasto avrà raggiunto il bordo, scaldate il forno a 160° e informare per circa 40 minuti. Se la cupola dovesse scurirsi troppo, coprire con alluminio alimentare.
  8. Fare la prova dello stecchino sul lato della cupola e lasciare raffreddare almeno 8 ore nello stampo.
  9. Spolverizzare di zucchero a velo vanigliato e richiudere in una busta da pandoro/panettone. Sarebbe opportuno gustarlo dopo almeno 24 ore dal termine, per far sì che il burro rilasci tutto il suo profumo! Buon Natale a tutti!!
    Pandoro classico e delizioso