Eclair dolci o salati

La ricetta degli Eclàir dolci e salati, ma sempre buonissimi, me l’ha passata Maria Chiara Carelli, una pasticcera DOC e foodblogger per passione (come me). La sua prende spunto dal mitico maestro Montersino e se volete andare a sbirciare potete farlo qui. La prima volta che li ho fatti salati, Chiara mi ha seguito passo passo e devo dire che , nonostante un momento critico, tutto è andato bene e il risultato è stato “spettacolare”. Le foto degli eclàir dolci sono relative a qualche mese fa e la ricetta che usavo era quella (comunque buona!) delle zeppole di San Giuseppe, che trovate qui. A voi la scelta!! Andiamo a vedere cosa serve per preparare i nostri

Print Recipe
Eclàir dolci e salati
La ricetta degli Eclàir dolci e salati, ma sempre buonissimi, me l'ha passata Maria Chiara Carelli, una pasticcera DOC e foodblogger per passione (come me). La sua prende spunto dal mitico maestro Montersino. La prima volta che li ho fatti salati, Chiara mi ha seguito passo passo e devo dire che , nonostante un momento critico, tutto è andato bene e il risultato è stato "spettacolare". Le foto degli eclàir dolci sono relative a qualche mese fa e la ricetta che usavo era quella (comunque buona!) delle zeppole di San Giuseppe, che trovate nel mio blog. A voi la scelta!! Andiamo a vedere cosa serve per preparare i nostri
Piatto Fingerfood
Cucina Italian
Tempo di preparazione 45 min
Tempo di cottura 25 min
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Piatto Fingerfood
Cucina Italian
Tempo di preparazione 45 min
Tempo di cottura 25 min
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Come per le zeppole di san Giuseppe, sciogliete in una pentola l’acqua, il burro e il sale. Quando bolle, togliete dal fuoco e versate in un sol colpo la farina. Mescolate bene e cuocete fino a quando l’impasto, diventato ben compatto, non si stacchi dalle pareti della pentola, lasciando sul fondo un leggero velo. Trasferite nella planetaria e lasciate raffreddare bene. Quando sarà ben freddo, si potrà cominciare ad incorporare le uova per volta, facendo sempre assorbire un uovo prima di aggiungerne un altro.
  2. Quando avrete completato, e l’impasto farà la tipica punta della pasta choux, potrete versarne poco per volta in una sac-a-poche usa-e-getta, da cui taglierete la punta per ottenere un'apertura ci circa 2 cm. Rivestite di carta forno la leccarda (mettendone un poco tra la leccarda e la carta per tenere fermo il foglio) e cominciate a formare bastoncini di circa 15 cm ed equidistanti tra loro, considerando che in cottura si gonfieranno!
    Bastoncini eclàir
  3. Una volta cotti, lasciate raffreddare bene e farcite come preferite.
  4. Nella mia versione salata ho preparato due creme: una con uguali dosi di formaggio spalmabile e di tonno con erba cipollina (per esempio 100 gr di formaggio e 100 gr di tonno), l'altra era con formaggio spalmabile e prosciutto cotto tritato a cui ho aggiunto un poco di prezzemolo tritato. Farcite con la sa-a-poche facendo due buchi lateralmente per assicurarsi che le creme riempiano bene gli eclàir. Per la versione dolce dei nostri eclàir va bene la crema pasticcera (un poco più densa) con variabili al caffè, al cacao, al limone oppure una crema chantilly con gli stessi gusti. La copertura è una ghiaccia reale a cui si può aggiungere un poco di cacao o di caffè.
    Eclair salati