E’ ormai un po’ di tempo che la Cream Tart Cake ha spopolato nel web, ma io me ne sono innamorata e dopo averla sperimentata per il mio 50° compleanno (foto qui sopra), ho voluto ripeterla per festeggiare il primo giorno del 2019.

La Crema Tart Cake non ha struttura tipicamente da torta, perchè prevede due o tre strati di pasta frolla e due o tre strati di crema con la decorazione che la rende una vera regina. Cercando in rete ne potrete trovare di bellissime, ma anche di ultradecorate, al punto che si fa fatica a vedere la torta!!!!

Io sono per le cose semplici e non ho una particolare bravura nelle decorazioni, ma questa torta è sempre bellissima!! Per questa occasione ho creato una sagoma a corona natalizia. Il trucco sta nel congelare la frolla dopo averla cotta per poterla maneggiare con minor rischio di romperla nell’assemblaggio. Con la pasta avanzata ho fatto dei biscotti per la decorazione.

Cream Tart Cake con crema diplomatica

Preparazione15 min
Cottura13 min
Tempo totale30 min
Portata: dolce, Natale, Torte
Porzioni: 12 persone

Ingredienti

Pasta frolla

  • 400 gr farina 00
  • 250 gr burro di ottima qualità
  • 175 gr zucchero a velo
  • 75 gr tuorli (4-5 uova medie)
  • mezza bacca di vaniglia
  • 1 limone biologico (buccia grattugiata)
  • 1 pizzico sale

Crema diplomatica e decorazioni

  • 300 ml latte
  • 160 gr zucchero semolato
  • 65 gr fecola di patate
  • 5 tuorli (120 gr)
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 limone (buccia intera)
  • 50 ml limoncello
  • 400 ml panna fresca
  • 200 gr frutti rossi (lamponi e ribes)

Istruzioni

  • Preparare la pasta frolla lavorando tutti gli ingredienti per pochi minuti. Riporre in frigorifero per almeno mezz'ora.
  • Intanto scegliere e stampare la sagoma.Per utilizzare la grandezza massima del piatto del forno, occorre stampare metà sagoma su ogni foglio e poi attaccarli. Io procedo in questo modo. Ricalco la sagoma su carta forno e intaglio la frolla con un coltellino a punta fine. (foto di una sagoma diversa)
  • Prelevare la prima parte della frolla dal frigorifero e stenderla sulla pellicola, sovrapponendo la carta forno su cui è stata disegnata la sagoma (lato del disegno sopra). Una volta raggiunto lo spessore di 3-4 mm, intagliare la sagoma seguendo il disegno. Staccare la carta forno, togliere i pezzi di impasto in eccesso e ricoprire con un altro foglio di carta forno pulito.
  • Ribaltare la forma, togliere la pellicola e infornare a 180° statico, 170° ventilato, per circa 12-13 minuti. Lasciare raffreddare perfettamente e trasferire in cella, facendo molta attenzione. Procedete con la seconda sagoma e preparate la crema diplomatica.
  • Portare a bollore il latte con la scorza di limone e la bacca esausta di vaniglia (la polpa andrà nel composto successivo). In una ciotola setacciare la fecola, unire lo zucchero e stemperare con del latte tiepido (da quello che avete messo in pentola a bollire). Aggiungere i tuorli e la polpa della vaniglia e amalgamare per bene il tutto.
  • Raggiunto il bollore, eliminare le scorze di limone e la bacca di vaniglia, versare il composto in pentola e cuocere fino a bollore sempre mescolando; togliere dal fuoco, trasferire in un vassoio o pirofila (si raffredderà prima), coprire con la pellicola a contatto e far raffreddare. Appena la crema si sarà raffreddata, montare la panna ed incorporarla alla crema dal basso verso l’alto, aggiungendo il limoncello per ultimo.
  • Procedere con la decorazione: riempire la sa-a-poche con la crema diplomatica, porre la prima sagoma sul piatto da portata e ricoprirlo con la crema. Distribuire i frutti di bosco scelti (lamponi e ribes in questo caso).
  • Sovrapporre la seconda sagoma, con molta cautela e ricoprire con la crema restante. Decorare a piacere con i frutti, biscotti e fiori edibili. Conservare in frigo e non servire prima di un paio d'ore.